it 1.820.3345.33 Contact@TravelTourWP.com

Da Genova alla Baja California: tutte le mie balene

Sono passati alcuni anni da quando ho visto per la prima volta le balene. Era il 1993 e ho visto un soffio da terra mentre percorrevo la 17mile drive in California. Sono passati tanti anni e nel 2010 ho avuto finalmente l’opportunità di nuotare insieme a questi fantastici animali, in snorkeling al Reame di Tonga in Polinesia. Quell’incrocio di sguardi avvenuto sott’acqua mi ha stregato e negli anni successivi ho sempre cercato, quando possibile, mete che proponessero anche la possibilità di avvistamento.

E così ho visto balene in giro per il mondo: Madagascar, Islanda, Canada, Alaska, Polinesia, Messico.

Alcuni anni fa scopro che nella mia città, in Italia organizzavano escursioni di whale watching. Prenoto con forti dubbi, cosa ci sarà mai da vedere in Italia che io non abbia visto all’estero?

Era il 2015 quando ho fotografato da vicino la mia prima stenella striata. Poi sono seguiti i Capodogli, le balenottere comuni, gli zifi, i tursiopi, i delfini comuni.

Dopo cinque anni posso dire che il mar ligure mi ha regalato emozioni straordinarie con incontri clamorosi. Se a dicembre 2019 con la visita delle orche nel porto credevo di aver visto l’impossibile, il pensiero che il 26 agosto 2020 io abbia avuto la fortuna di vedere saltare le megattere davanti alla mia città mi regala ancora brividi, mentre quasi un mese dopo sono seduto a scrivere davanti al computer.

“Sono megattere”, non balenottere dicono i biologi, “una madre con il figlio” e mi sono dovuto nascondere nel gabbiotto di comando per nascondere le lacrime!

Incredibile: due megattere nel mare mediterraneo … e io che vado tutti gli anni in Baja California Sur per osservarle!

Così la mia foto ha fatto il giro del mondo.

E grazie alla foto-identificazione si è scoperto che la madre era stata vista 34 anni fa nella Repubblica Dominicana. Pazzesco … trentaquattro anni fa. Pazzesco … è finita nel mare mediterraneo, davanti a casa mia.

Il giorno dopo ho deciso di tornare in mare al tramonto; ma pensavo: cosa potrò mai vedere di più di quello che ho visto ieri? Alle ultime luci del sole, il capodoglio Elia ha deciso di guardarci mentre nuotava a fianco della barca e poi, più unico che raro per un capodoglio, esibirsi in un salto che sono riuscito a fotografare.

Come un bambino felice mi son messo ha urlare “l’ho preso! L’ho preso!”…una delle fotografie più incredibili della mia vita, perché stavo puntando la fotocamera nel nulla immaginando che saltasse esattamente dove ha deciso di saltare.

Con le megattere è teoricamente più facile e l’esperienza mi ha aiutato perché è frequente che saltino più volte per cui si ha uno spazio di inquadratura meno casuale, ma con Elia…è come se mi avesse trasmesso le sue intenzioni quando mi ha guardato.

E così ripenso a tutte le mie balene…

E penso alle balena della Baja California Sur

Le megattere di Cabo San Lucas…la prima che ho ripreso in salto

Le balene grigie della Laguna di San Ignacio e Bahia Magdalena, che si sono lasciate accarezzare mentre mollavo la macchina fotografica e mi impregnavo di emozione.

La balenottera azzurra, nella baia di Loreto, l’animale più grande del mondo che quando respira vicino alla barca ti fa sentire pulviscolo nell’universo.

E così ripenso alle mie balene.

Lo ammetto sono un drogato. Drogato di balene.

E un drogato deve assumere droga, se no va in astinenza.

E l’astinenza di balene provoca alterazioni dell’umore, che solo il pensiero di poterle rivedere può calmare.

E tornerò presto da voi, mie balene.

Tornerò presto a restituirvi la visita.

Se vuoi puoi partecipare con me a questo incontro con le le Balene della Baja California. Ti aspetto !

Leave a Reply