fbpx
enit 1.820.3345.33 Contact@TravelTourWP.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login

Claudia Capodarte

Timeless Baja e’ orgogliosa di presentare questa nuova collaborazione con Claudia Capodarte con cui si avviera’ l’importante progetto “Viaggi Wildlife Expedition”.

Claudia Capodarte conosciuta al pubblico televisivo per le sue numerose avventure di mare raccontate in prima persona nei documentari, e’considerata dalla stampa una Lady Shark o Lady Squalo.

Poche donne al mondo hanno questo appellativo e Claudia e’una di queste, vuol dire che e’ in grado di comunicare con gli squali, di accarezzarli e di interagire con loro senza alcuna paura, in questo modo ha potuto studiare lo straordinario comportamento dei predatori piu’ temuti dall’uomo e dimostrare che non sono mostri marini ma creature sensibili e intelligenti. Attirata dalla giungla Claudia giunge in Amazzonia dove incontra un vero “Tarzan”  che vive in simbiosi con la fauna selvatica . Sotto la sua guida,  Claudia si imbatte nel  leggendario anaconda gigante e il serpente piu’ grande del mondo  si  lascia  accarezzare.  Attraverso lo story telling e i filmati delle sue interazioni con le specie piu’ rare, questa speciale esploratrice avvicina adulti, ragazzi e bambini al mare e agli animali in una maniera unica che suscita stupore e trasmette messaggi positivi. All’Auditorium di Roma 600 bambini portati dalle scuole restano ammaliati dai racconti di quella che credono essere una vera sirena uscita dall’acqua e in grado di accarezzare gli squali.

All’eta’di 15 anni Claudia inizia a immergersi nei diversi mari del mondo alla ricerca dei giganti del mare attratta da un richiamo ancestrale, le sembra di sentire l’eco delle balene e i suoni dei delfini sotto quella superficie carica di misteri.  Ma per farsi accettare dalle creature marine deve trasformarsi in una di loro, come le suggerisce Jacques Cousteau.  Cosi Claudia studia i movimenti dei delfini e inventa una sorta di danza acquatica  che le rivela la parte piu’ segreta dell’oceano, il comportamento dei giganti nei confronti dell’uomo. Stampa e televisione seguono le sue imprese quando si muove come un delfino tra i giganti “buoni”:  balene, squali, dugonghi, squali balena, beluga, mante, circondata da pesci che danzano con lei.

Molti gli scoop lanciati dai tg, giornali, agenzie di stampa, e’ stata la prima donna a fare amicizia con una balena di 20 metri nel Mediterraneo, con lo squalo tigre, con i beluga nell’Artico, con oltre 100 squali senza protezione.   Oltre 150 documentari trasmessi la consacrano un’ icona del mare in grado di trascinare un pubblico sempre piu’numeroso e affascinato dalle sue imprese alla ricerca degli animali. L’arrivo delle balene Megattere con i loro piccoli  in un angolo del Pacifico le permette di vivere un’esperienza unica, qui Claudia inizia a danzare un balenotto di 9 metri  che imita i suoi movimenti e non vuole piu’ separarsi da lei. Un lamantino nelle acque del Messico la scambia addirittura per una femmina della sua specie come fosse una sirena tra i sirenidi, il genere a cui appartengono dugonghi e lamantini. Il richiamo della vita selvaggia arriva anche dalle specie terrestri.

Attirata dalla giungla Claudia giunge in Amazzonia dove incontra un vero “Tarzan”  che vive in simbiosi con la fauna selvatica . Sotto la sua guida,  Claudia si imbatte nel  leggendario anaconda gigante e il serpente piu’ grande del mondo  si  lascia  accarezzare.  Attraverso lo story telling e i filmati delle sue interazioni con le specie piu’ rare, questa speciale esploratrice avvicina adulti, ragazzi e bambini al mare e agli animali in una maniera unica che suscita stupore e trasmette messaggi positivi. All’Auditorium di Roma 600 bambini portati dalle scuole restano ammaliati dai racconti di quella che credono essere una vera sirena uscita dall’acqua e in grado di accarezzare gli squali.

LA NATURA COME IN UN FILM

Sulla rotta dei giganti Claudia entra negli ultimi regni selvaggi  di antiche tribu’ che le svelano i loro segreti.Si trova cosi ad esplorare i templi della natura nelle isole, nelle foreste, nelle savane,  scenari mozzafiato in cui si aggirano le  specie  piu’ elusive come il giaguaro, il diavolo della Tasmania, il leopardo asiatico, il boa rosa, il pipistrello gigante, i serpenti cavernicoli. Gli “occhi” della giungla  sono pronti a rivelarsi nelle foreste piu’ antiche, qui  i discendenti dell’Eldorado sopravvivono tra le rovine ciclopiche. Claudia rimane affascinata dalla sapienza dei popoli indigeni e dalla loro simbiosi con gli ambienti naturali. E’proprio tra i resti  di  un tempio in un’isola selvaggia che appare il piccione gigante, l’antenato dei piccioni che si credeva fosse estinto, e’ l’inizio di  nuove avventure alla ricerca dei mondi perduti. I progetti ecologici per richiamare le  specie “preistoriche”nel loro ambiente originario conducono Claudia nel cuore dell’Oceano Indiano.

La notte nell’isola si anima di suoni sconosciuti come un concerto di trombe, sono insetti della preistoria tornati nella loro foresta ripristinata. E’ in questo Oceano che Claudia si immerge con la murena piu’ grande mai incontrata, quasi tre metri di lunghezza, uno sguardo che ipnotizza e una nuova amicizia sensazionale filmata per la tv. Il paradiso perduto si trova nel canyon di un’altra isola le cui pareti sono traforate da grandi caverne. Le tartarughe giganti popolano questa valle segreta che custodisce i resti dei loro antenati.  Saranno i canti degli indiani d’America che la guideranno ancora una volta verso un altro grande progetto ecologico, il ritorno di duemila bisonti nella terra dei Sioux. Il bacio di un lupo segna una nuova svolta nelle sue interazioni con gli animali ma il richiamo del mare e’ sempre piu’ forte, Claudia deve tornare nel suo ambiente preferito. Lascia le foreste del Nord America e si mette in viaggio verso la sua nuova base mentre 20mila balene partono dall’Alaska per dirigersi verso il sud. Nella baia delle balene grigie giunte in Baja California  Claudia si sente finalmente a casa, stabilisce la sua dimora per alcuni mesi all’anno proprio li, nella Penisola dei giganti del mare.

Dopo tanti viaggi tra giungle e oceani  Claudia ha acquisito una profonda conoscenza particolare sulle aree naturalistiche di maggiore interesse e sui luoghi e i tempi in cui  incontrare gli animali , forte di queste esperienze sta partecipando con tanto entusiamo alla creazione dei Viaggi Wildlife Expeditions con Timeless Baja.

Claudia Capodarte
Timeless Baja
Wildlife Expeditions






Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply